Come può Gesù essere allo stesso tempo Dio e uomo?

Come può Gesù essere allo stesso tempo Dio e uomo? Risposta



La Bibbia insegna che Gesù Cristo è sia Dio che uomo. Molti cristiani sono comprensibilmente confusi quando si tratta di capire come Gesù possa essere Dio e uomo allo stesso tempo. Come potrebbe il nostro divino Creatore diventare un essere umano? Un uomo ebreo del I secolo potrebbe davvero essere Dio? Mentre una certa quantità di mistero accompagnerà sempre questo problema, sia la Scrittura che, in misura minore, la tradizione della chiesa ci forniscono importanti distinzioni per aiutarci a dare un senso a questa questione.






Mentre i precedenti concili della chiesa avevano deliberato su questioni relative alla natura di Cristo e alla sua relazione con il Padre, fu il Concilio di Calcedonia (451 d.C.) ad affermare che Cristo è lo stesso perfetto nella divinità e perfetto nell'umanità, lo stesso veramente Dio e veramente uomo. Questa affermazione non è vera semplicemente perché il consiglio l'ha insegnata. Piuttosto, la dichiarazione del concilio era autorevole solo nella misura in cui era in linea con ciò che insegna la Bibbia sull'argomento. La Scrittura è chiara che Gesù è Dio (Giovanni 20:28; Tito 2:13; Ebrei 1:8), ed è altrettanto chiaro che Egli è veramente umano (Romani 1:2–4; 1 Giovanni 4:2–3) . Gesù rivendicò il nome divino (Giovanni 8:58) e fece cose che solo Dio può fare (Marco 2:1–12; Luca 7:48–50). Ma Gesù mostrò anche le debolezze e le vulnerabilità comuni all'umanità (Lc 19,41; Gv 19,28).



La convinzione che Gesù è sia Dio che uomo è di fondamentale importanza. L'apostolo Paolo scrisse che per essere salvati è necessaria un'affermazione della divinità di Gesù (Romani 10:9), e l'apostolo Giovanni ha fornito un sobrio avvertimento che coloro che negano la vera umanità di Cristo stanno promuovendo la dottrina dell'anticristo (2 Giovanni 1: 7).





Il Dio uno e trino della Bibbia esiste e regnò da tutta l'eternità, e la seconda Persona della Trinità, il Figlio, ha assunto carne umana in un determinato momento (Luca 1:35; Ebrei 1:5). Dio Figlio ha aggiunto una natura umana senza peccato alla Sua natura divina eternamente esistente. Il risultato fu l'Incarnazione. Dio Figlio si è fatto uomo (Giovanni 1:1, 14). Ebrei 2:17 spiega la ragione per cui Gesù doveva essere insieme Dio e uomo: doveva essere fatto come loro, pienamente umano in ogni modo, per diventare un misericordioso e fedele sommo sacerdote al servizio di Dio, e affinché potrebbe fare espiazione per i peccati del popolo. Il Figlio di Dio ha assunto la carne umana per provvedere la redenzione a coloro che sono sotto la legge (Galati 4:4–5).



In nessun momento Gesù ha mai cessato di essere Dio. Sebbene sia stato reso pienamente umano, non ci fu mai un momento in cui abrogò la Sua natura divina (vedere Luca 6:5, 8). È altrettanto vero che, dopo essersi incarnato, il Figlio non ha mai cessato di essere umano. Come scrisse l'apostolo Paolo, perché c'è un solo Dio, e c'è un solo mediatore tra Dio e gli uomini, l'uomo Cristo Gesù (1 Timoteo 2:5, corsivo dell'autore). Gesù non è metà umano e metà divino. Piuttosto, lo è Theanthropos , il Dio-uomo. Il Signore Gesù Cristo è una Persona eternamente divina che possiederà per sempre due nature distinte ma inseparabili: una divina e una umana.



Top