Cos'era una pietra sacra nel Levitico?

Cos'era una pietra sacra nel Levitico?

Una pietra sacra in Levitico era una pietra considerata sacra o messa da parte per uno scopo specifico. Queste pietre erano tipicamente utilizzate nei templi o in altri edifici religiosi e spesso erano incise con testi o simboli religiosi. Alcune delle pietre sacre più famose includono i Dieci Comandamenti, che erano incisi su due grandi lastre di pietra chiamate tavole della legge. Altri esempi includono le pietre utilizzate per costruire l'altare nel Tempio di Gerusalemme e la pietra nera venerata dai musulmani alla Kaaba alla Mecca.

Risposta





In Levitico 26:1 leggiamo di una pietra sacra: Non fatevi idoli, non erigetevi un'immagine o una pietra sacra per voi stessi, e non ponete una pietra scolpita nel vostro paese per inchinarvi davanti ad essa. Io sono il Signore tuo Dio. Possiamo visualizzare un idolo e un'immagine, ma una pietra sacra è un po' più difficile da immaginare. Cos'è che rende sacra una pietra?



Poiché la pietra sacra è menzionata accanto all'idolo e all'immagine, è molto probabile che questa pietra sacra fosse una roccia con incisioni su di essa per l'uso nell'adorazione degli idoli. La stessa parola ebraica è anche tradotta colonna sacra o memoriale sacro. Un commento si riferisce a questa pietra sacra come a un obelisco, inscritto con caratteri geroglifici e superstiziosi; il primo denota le colonne comuni e minori dei Siri o Cananei; quest'ultimo, indicando i grandi ed elaborati obelischi che gli egizi adoravano come divinità protettrici, o usati come pietre di adorazione per stimolare il culto religioso (Robert Jamieson, A. R. Fausset, e David Brown, Il commento critico ed esplicativo su tutta la Bibbia , 1871, pubblico dominio).



In Deuteronomio 28:64 il Signore predisse che ci sarebbe stato un giorno in cui la disobbedienza di Israele li avrebbe portati ad adorare idoli di pietra: Il SIGNORE ti disperderà fra tutte le nazioni, da un'estremità all'altra della terra. Là adorerai altri dèi, dèi di legno e di pietra, che né tu né i tuoi antenati avete conosciuto (vedi anche Deuteronomio 4:28).





I profeti condannarono gli israeliti del loro tempo per aver seguito gli idoli di pietra. Le loro parole a volte deridevano la pratica: Dicono al legno: 'Tu sei mio padre' e alla pietra: 'Mi hai generato'. Mi hanno voltato le spalle e non i loro volti; eppure quando sono in difficoltà, dicono: 'Vieni e salvaci!' Dove sono dunque gli dèi che vi siete fatti? Lascia che vengano se possono salvarti quando sei nei guai! Poiché tu, Giuda, hai tanti dèi quante città hai (Geremia 2:27–28; vedi anche Isaia 44:9–20).



In Daniele, gli dèi di pietra sono menzionati in un elenco di idoli adorati dal re Baldassarre (Daniele 5:4). Daniele condannò il re dicendo: Tu hai lodato gli dèi d'argento e d'oro, di bronzo, di ferro, di legno e di pietra, che non possono vedere né udire né comprendere. Ma non hai onorato il Dio che tiene in mano la tua vita e tutte le tue vie (Daniele 5:23).

L'adorazione degli idoli, incluso il rispetto per le pietre decorate, è sempre stata proibita dal Signore. Levitico 26 afferma il comando fatto in precedenza nei Dieci Comandamenti: Non ti farai un'immagine nella forma di qualcosa che è lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque quaggiù. Non ti prostrerai davanti a loro né li adorerai; poiché io, il Signore tuo Dio, sono un Dio geloso (Esodo 20:4–5).



Top