Perché terminiamo le nostre preghiere con Amen?

Perché terminiamo le nostre preghiere con Amen?

Quando concludiamo le nostre preghiere con 'Amen', stiamo affermando la nostra fede nella verità di ciò che abbiamo appena detto. Siamo d'accordo con Dio che ciò che abbiamo chiesto è buono e giusto, e che Lui ce lo concederà. Questa parola Amen deriva da una parola ebraica che significa 'essere fermo', 'sostenere' o 'sostenere'. Quando diciamo Amen alla fine delle nostre preghiere, stiamo dicendo che confidiamo che Dio risponda alle nostre preghiere e faccia ciò che è meglio per noi.

Risposta





La parola ebraica tradotta amen letteralmente significa veramente o così sia. Amen si trova anche nel Nuovo Testamento greco e ha lo stesso significato. Quasi la metà degli usi di amen nell'Antico Testamento si trovano nel libro del Deuteronomio. In ogni caso, le persone rispondono alle maledizioni pronunciate da Dio su vari peccati. Ogni pronuncia è seguita dalle parole e tutto il popolo dirà Amen (Deuteronomio 27:15-26). Ciò indica che il popolo ha applaudito la giusta sentenza pronunciata dal loro santo Dio, rispondendo: 'Così sia'. L'amen attestava la convinzione degli ascoltatori che le sentenze che avevano udito erano vere, giuste e certe.



Sette dei riferimenti dell'Antico Testamento si collegano amen con lode. La frase Allora tutto il popolo disse 'Amen' e 'Lode al Signore', che si trova in 1 Cronache 16:36, rappresenta la connessione tra amen e lode. In Neemia 5:13 e 8:6, il popolo di Israele afferma l'esaltazione di Dio da parte di Esdra adorando il Signore e obbedendoGli. La più alta espressione di lode a Dio è l'obbedienza, e quando diciamo amen ai Suoi comandi e pronunciamenti, la nostra lode è una dolce musica per le Sue orecchie.



La maggior parte degli scrittori del Nuovo Testamento usa amen alla fine delle loro epistole. L'apostolo Giovanni lo usa (nella KJV) alla fine del suo vangelo, due delle sue tre lettere, e il libro dell'Apocalisse, dove appare nove volte. Ogni volta è connesso alla lode e alla glorificazione di Dio e si riferisce alla seconda venuta e alla fine dei tempi. Paolo dice amen alle benedizioni che pronuncia su tutte le chiese nelle sue lettere a loro, così come Pietro e Giuda nelle loro lettere (KJV). L'implicazione è che stanno dicendo: Possa essere che il Signore ti conceda davvero queste benedizioni.





Quando i cristiani dicono amen alla fine delle nostre preghiere, stiamo seguendo il modello degli apostoli, chiedendo a Dio di far sì che sia come abbiamo pregato. Ricordando la connessione tra amen e la lode dell'obbedienza, tutte le preghiere dovrebbero essere recitate secondo la volontà di Dio. Quindi, quando diciamo amen, possiamo essere fiduciosi che Dio risponderà così sia e esaudirà le nostre richieste (Giovanni 14:13; 1 Giovanni 5:14).





Top